Riferimenti costituzionali dell’istruzione parentale

.

L’apprendimento famigliare cerca la coniugazione di principi costituzionali fondamentali quali il riconoscimento della garanzia della libertà e dell’uguaglianza (articoli 2 e 3 della costituzione), nel rispetto delle differenze di tutti e dell’identità di ciascuno, per consentire ad ognuno di poter svolgere secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso spirituale e materiale della società (articolo 4 della costituzione).

La costituzione stessa al titolo II Rapporti Etico-Sociali all’art. 30 così si esprime: “E’ dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori dal matrimonio. Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti. …..”. All’art. 31 riconoscendo il ruolo centrale della famiglia nell’assolvimento del suo compito di istruire ed educare i figli si impegna ad intervenire in questo ambito agevolando i vari passaggi in modo che ciò possa avvenire: “La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, ……”

Nel quadro dell’etica della convivenza, del rispetto dell’ambiente, e dei diritti umani nei rapporti tra di essi l’art. 33 della costituzione dice “ L’arte e la scienza sono libere e libero è il loro insegnamento. …..”

Clicca qui per visionare il sito di riferimento del Ministero dell’Istruzione.